calcolo rata automobile

L’acquisto di un’auto nuova, solitamente, è accompagnato dalla richiesta di un finanziamento. Difficilmente, infatti, le persone sono in grado di firmare un assegno o fare un bonifico per coprire l’intera cifra.

Il finanziamento può essere concesso o da una società finanziaria cui si appoggia il costruttore dell’auto, oppure a un qualsiasi istituto di credito, in quest’ultimo caso a cura del cliente.

Sarebbe, quindi, molto utile calcolare l’esatto importo delle rate, in modo da capire che impatto avranno sul proprio budget mensile. Al di là del preventivo che vi può fare il promotore finanziario.

Tipi di interessi applicati

Nella maggioranza dei casi di finanziamento, oltre al capitale (cioè alla somma di denaro che viene data in prestito), il debitore deve restituire anche una somma pari agli interessi.

Per i prestiti relativi al finanziamento dell’acquisto di automobili si usano, per il calcolo delle rate, indicare il Tan e il TAEG.

Il TAN è il Tasso Annuale Nominale, mentre TAEG sta per Tasso Annuo Effettivo Globale d’interesse.

La differenza tra TAN e TAEG consiste nel fatto che il TAN è un valore percentuale che definisce gli interessi relativi al prestito su base annua.

Invece il TAEG indica il costo totale del prestito, comprendendo alcune delle spese accessorie connesse ad esso.

In sostanza è il TAN che ha effetto direttamente sull’importo delle rate, costituendo un parametro per il calcolo degli interessi dovuti. Il TAEG, invece, non viene utilizzato per calcolare il tasso d’interesse del prestito.

Esempio del calcolo della rata dell’automobile

A un interesse mensile del 6%, il TAN corrisponde al 6% ma il TAEG può essere leggermente superiore, ad esempio al 6,22%, proprio perché tiene conto di costi che non sono legati a capitale ed interesse, ma a spese accessorie come commissioni sull’accensione e soprattutto sulla gestione del prestito.

È buona abitudine, dunque, comparare i tassi di interesse che vengono offerti dalle varie banche e finanziarie, proposti anche online.

Una differenza minima sui tassi, moltiplicata per il numero di rate, consente di risparmiare centinaia o anche migliaia di euro.

Calcolo delle rate fai da te

calcolo rata automobile con excel

Può un consumatore calcolare le rate dell’auto da solo? O controllare i conti della finanziaria?

Sì, conoscendo alcuni dati come il capitale finanziato e il tasso applicato, aiutandosi con un foglio di calcolo Excel.

Innanzitutto, rispetto al prezzo complessivo dell’auto, bisogna togliere eventualmente il valore dell’auto usata che eventualmente si lascia.

Bisogna, quindi, sottrarre le spese per la messa in strada, di trasporto e la gestione della pratica di finanziamento, e l’acconto che si desidera pagare.

Quindi si passa ad usare Excel per il calcolo rata auto.

Esiste una specifica funzione, che si scrive nella cella come =RATA.

Prendiamo come esempio un finanziamento di 22.060 euro da restituire in 48 mesi, con un tasso di interesse del 6,22%.

Basterà creare 3 colonne chiamate (in ordine):

  • Finanziamento;
  • Tasso d’interesse;
  • Periodo del finanziamento.

Nelle colonna situata accanto a ciascuna descrizione si inserisce in ogni riga:

  • 22.060,00€
  • 6,22%;
  • 48.

In una cella sotto questi numeri (o accanto) si inserisce la formula =RATA( casellaTassoInteresse / 12 ; casellaPeriodoFinanziamento ; -casellaFinanziamento ) in una cella sotto i numeri.

esempio calcolo su excel
Qui trovi la formula completa che abbiamo utilizzato per calcolare la rata

Premendo il tasto “Invio” o cliccando sul mouse il flag verde, la formula sarà sostituita dal valore della rata mensile.

[OMAGGIO] File excel

Abbiamo comunque pensato di fare un regalo ai nostri lettori e di creare per voi il file excel, vi basterà solamente modificare le cifre all’interno delle apposite colonne per avere il calcolo della rata della vostra automobile.