new-mobility

Il panorama automobilistico sta cambiando a ritmi davvero elevati. Nei prossimi anni vedremo sulle nostre strade tante innovazioni, parte di quel grande processo che prende il nome di new mobility. A guidare queste novità troveremo due importanti pilastri: la necessità di sostenere l’ambiente e la volontà di rendere ancora più efficienti le intelligenze artificiali.

Vediamo insieme nel dettaglio quale sarà in futuro il volto del settore automobilistico.

Sostenibilità e decarbonizzazione

Negli ultimi anni c’è stato un vero e proprio risveglio delle coscienze. In molti si sono resi conto che non c’è più tempo da perdere, ed è importante cambiare il nostro modello di sviluppo. L’obiettivo è quello di rendere il più sostenibili possibili le attività umane, facendo in modo che il loro impatto con l’ambiente esterno sia prossimo allo zero. Solo in questo modo si potrà contrastare efficacemente il fenomeno del riscaldamento globale.

Nasce così un nuovo termine, decarbonizzazione. A cosa fa riferimento? Uno dei principali nemici del clima è l’anidride carbonica, il principale scarto delle attività umane. Vale anche per le automobili mosse da combustibile fossile, che bruciano il carburante e rilasciano nell’ambiente i gas di scarico, pieni di CO2. La risposta a questo problema è arrivata con le auto elettriche, totalmente prive di emissioni.

Questi modelli rappresentano il futuro del settore automobilistico. La ricerca in questo settore ha permesso di raggiungere ottimi livelli, portando sul mercato macchine performanti e dotate di una grande autonomia. Maggiore sarà il numero di auto elettriche, minore sarà la quantità di gas di scarico emessi dal traffico delle nostre metropoli. Ciò si traduce in un beneficio immediato, rendendo più pulita l’aria dei centri cittadini.

Ecco perché le istituzioni hanno emesso i cosiddetti ecobonus, degli incentivi dedicati proprio all’acquisto di auto dotate di basse emissioni. Grazie a questi bonus possiamo abbassare di molto il costo di acquisto di un veicolo elettrico.

Intelligenze artificiali e sicurezza

La sicurezza è uno dei valori chiave della new mobility. Le auto attuali hanno il compito non solo di proteggere coloro che sono all’interno dell’abitacolo, ma anche gli individui che sono presenti sulla strada, siano essi pedoni o altri automobilisti. In che modo si può aumentare la sicurezza dei veicoli?

La risposta è semplice: attraverso le intelligenze artificiali. Negli ultimi anni la tecnologia ha iniziato a pervadere i nostri veicoli, attraverso l’inserimento di sensori, telecamere e sistemi di assistenza alla guida. La guida è stata resa più semplice e a misura d’uomo, riducendo di molto la quantità degli errori commessi mentre si è al volante. Ora si arriva al passo successivo, con l’introduzione di tecnologie davvero smart.

Attualmente le applicazioni principali delle intelligenze artificiali riguardano la capacità di predire ciò che sta per avvenire sulla strada. I sistemi presenti nelle auto tracciano l’ambiente intorno, e riconoscono eventuali pericoli, preparando l’auto a reagire. Ad esempio i freni potrebbero già essere pronti a reagire alla nostra prima pressione, oppure la macchina potrebbe mettere in tensione le cinture di sicurezza. Il futuro delle intelligenze artificiali all’interno delle automobili è molto più complesso, ma di giorno in giorno si avvicina di più. Parliamo della guida autonoma, un sistema in piena sperimentazione, ma che sta dando numerose soddisfazioni. Siamo a tutti gli effetti di fronte a una nuova frontiera, che cambierà radicalmente i paradigmi tipici della guida su strada.